Melo: concimazione in 4 passi per ottimizzare produzione e qualità

Migliorare la fioritura, aumentare il calibro, la qualità ed il colore dei frutti, prevenire la butteratura amara


Ogni agricoltore specializzato sul melo sa di dover raggiungere questi obiettivi per vincere la concorrenza sul mercato ed incrementare la redditività degli impianti.

L’INNOVAZIONE NELLA NUTRIZIONE DEL MELO, PERMETTE DI TAGLIARE QUESTI TRAGUARDI IN 4 PASSI.

 


 

1

PROMUOVERE LA FIORITURA E L’ALLEGAGIONE

Nella coltivazione del melo, se i bottoni fiorali sono poco sviluppati e si aprono in maniera irregolare, si rischia di avere una maturazione dei frutti scalare e di non raggiungere il calibro ottimale alla raccolta. Stress abiotici nelle fasi di sviluppo del fiore, possono inoltre compromettere una buona allegagione, aumentando la cascola.

FOLICIST e NUTRI-GEMMA B-Zn, applicati nella fase di fioritura, favoriscono uno sviluppo ottimale ed uniforme dei fiori, migliorano l’allegagione e favoriscono il superamento degli stress. Grazie a questa soluzione è possibile ridurre la cascola, raggiungere calibri maggiori e concentrare la raccolta, riducendo i costi di manodopera.

 


 

2

AUMENTARE IL CALIBRO E LA QUALITÀ DEI FRUTTI

Pezzatura, uniformità e caratteristiche organolettiche dei frutti sono i parametri principali che determinano la redditività di un impianto. Se il metabolismo legato alla crescita dei frutti non è adeguatamente supportato dalle energie della pianta, il calibro alla raccolta risulterà scarso ed irregolare, determinando perdite produttive e qualitative importanti. Il Calcio, nelle prime fasi di crescita dei frutti, concorre alla formazione delle pareti cellulari: una sua carenza genera una peggior conservabilità dopo la raccolta.

KRISSFOLICIST e NITROCAM permettono di aumentare il calibro dei frutti, senza alterarne la forma, la consistenza e la conservabilità. Applicati nelle prime fasi di crescita, dopo il diradamento, promuovono la divisione e distensione cellulare nei frutti, apportando contemporaneamente Calcio, responsabile della consistenza e conservabilità.

 


 

3

PREVENIRE LA BUTTERATURA AMARA

Il Calcio è l’elemento strutturale delle pareti cellulari del frutto. Carenze o difficoltà di assorbimento di questo elemento durante il ciclo, determinano la comparsa della butteratura amara sui frutti. Questa fisiopatia non è curabile e si manifesta nelle ultime fasi di accrescimento o addirittura dopo la raccolta. I frutti colpiti risultano gravemente rovinati e non commerciabili, con perdite notevoli nella resa finale dell’impianto.

LIGOPLEX® Ca, grazie all’elevata concentrazione di Calcio interamente complessato con lignisolfonato d’ammonio (LSA), previene con efficacia la carenza di questo elemento in tutti i tessuti della pianta. Applicato durante la crescita del frutto, ne migliora la qualità e la conservabilità.

 


 

4

MIGLIORARE LA COLORAZIONE E LA QUALITÀ DEI FRUTTI

Mele dal colore intenso ed uniforme, con buccia brillante ed elevata percentuale di sovracolore sono più facilmente posizionabili sul mercato e spuntano prezzi superiori alla vendita. Insieme alla dolcezza, il colore dei frutti definisce il livello qualitativo della produzione. Eccessi di vigoria, temperatura e luminosità non ottimali possono ostacolare il processo di maturazione e colorazione dei frutti, generando disformità, scarso accumulo di zuccheri ed aumento dei tempi e dei costi per la raccolta.

K-BOMBER 56 e SUNRED, applicati in una strategia sinergica, avviano e sostengono il processo di maturazione dei frutti, favorendo l’accumulo di pigmenti colorati nella buccia e la concentrazione degli zuccheri nella polpa.

K-BOMBER 56 e SUNRED contengono gli eccessi vegetativi e migliorano la qualità del raccolto senza alterare consistenza e conservabilità del frutto.

 

Richiedi il depliant specifico GRANDI COLTURE MELO.