Ciliegio

Ecco i 3 interventi chiave per aumentare produzione e qualità


Avere più frutti sulla pianta, aumentare ed uniformare il calibro, migliorare la qualità e la consistenza delle drupe. Per un cerasicoltore, raggiungere tutti questi obiettivi significa incontrare minori difficoltà nel posizionamento del prodotto sul mercato ed aumentare la redditività generata dall’impianto.

GRAZIE A SOLUZIONI NUTRIZIONALI INNOVATIVE, TAGLIARE QUESTI AMBIZIOSI TRAGUARDI È POSSIBILE IN 3 MOSSE.

 


 

1

INTERROMPERE LA DORMIENZA ED UNIFORMARE LA FIORITURA

Il ciliegio è tra le specie frutticole con più elevato fabbisogno in freddo, ossia necessita di basse temperature invernali per fiorire adeguatamente in primavera.

Nel Sud Italia, dove gli inverni sono miti, la formazione degli organi fiorali del ciliegio risulta incompleta e la fioritura disomogenea, con conseguente mancata allegagione (specialmente sulle varietà che necessitano di impollinazione incrociata).

BLUPRINS e BLUACT rappresentano la soluzione per favorire un ottimale risveglio della pianta, favorendo la formazione di fiori completi e fertili. Questa soluzione, applicata al bruno, permette di uniformare la fioritura ed aumentare il numero di frutti generati dalla pianta.

 


 

2

PROMUOVERE LA FIORITURA E L’ALLEGAGIONE

La fase di fioritura è uno dei momenti più importanti di tutto il ciclo colturale del ciliegio. In questa fase, condizioni meteo avverse o una imperfetta preparazione della pianta possono determinare scarsa allegagione, con perdite produttive importanti.

La naturale dominanza apicale che caratterizza il ciliegio, inoltre, può alterare la sincronia nell’apertura dei fiori, causando scarsa allegagione e disformità nello sviluppo dei frutti.

FOLICIST e NUTRI-GEMMA B-Zn, applicati a ridosso della fioritura, prevengono gli stress metabolici ed ambientali che caratterizzano questa fase, favoriscono l’uniformità di sviluppo dei fiori ed aumentano l’allegagione, riducendo la cascola dei frutti.

 


 

3

FAVORIRE L’INGROSSAMENTO DEL FRUTTO

Una volta allegati, i frutti devono crescere adeguatamente per raggiungere i calibri elevati richiesti dal mercato ed avere al contempo ottime caratteristiche qualitative. Nelle prime fasi che seguono l’allegagione, le cellule del frutto si moltiplicano ed espandono intensamente richiamando grandi quantità di metaboliti, fitormoni e calcio.

KRISS, FOLICIST e NITROCAM permettono di aumentare il calibro dei frutti, senza alterarne la forma, la consistenza e la conservabilità. Applicati nella fase di completa fine fioritura, promuovono la divisione e distensione cellulare nei frutti, apportando contemporaneamente calcio, responsabile della consistenza e conservabilità.

 


 

L’ESPERIENZA DI CHI LI USA

Andrea Mastrototaro, è un imprenditore agricolo e cerasicoltore di Bisceglie (BT). Nella sua Azienda Agricola, come nella vita, è abituato ad affrontare gli ostacoli: tutto sta ad avere passione ed i mezzi giusti per superarli.